Anello da uomo fatto a mano San Giorgio e il Drago

289.00

Un eccezionale e inconfondibile anello con sigillo in argento su misura raffigurante San Giorgio che uccide il drago con un’incisione all’interno dell’anello che significa “Proteggi tutti Giorgio, l’arma della croce, con la speranza della fede, con l’amore del sovrano”. Si prega di indicare la taglia nella pagina di checkout.

Indicare la taglia nella pagina di pagamento

confianza

Pagamenti sicuri

Ci affidiamo solo a canali di pagamento affidabili per un esperienza di acquisto sicura.

fast-delivery

Spedizione veloce

Assicuriamo ai clienti che gli ordini vengono spediti rapidamente.

exchange

Ritorno facile

Se dovete fare un reso, potete farlo in modo semplice e veloce.

Descrizione

Un eccezionale e inconfondibile anello con sigillo in argento su misura raffigurante San Giorgio che uccide il drago, con un’incisione all’interno dell’anello che significa “Proteggi tutti Giorgio, l’arma della croce, con la speranza della fede, con l’amore del sovrano” 

Tali anelli con sigillo in rilievo erano comuni a Bisanzio e nell’antica Russia. Di solito appartenevano a uomini di famiglie principesche. Per questo motivo, le immagini dei santi guerrieri San Teodoro Stratello, San Teodoro di Tiro e San Giorgio il Vittorioso, i cui nomi erano molto diffusi nelle famiglie principesche, venivano spesso incise sul coperchio degli anelli.

  • Qui, sulla calotta ottaedrica, è raffigurato San Giorgio che uccide il drago, mentre sul gambo è riportata una preghiera di invocazione con la richiesta a Dio di proteggere chi lo indossa: ” O San Giorgio, prega il Signore del mondo per la redenzione”.


    • San Giorgio, il Grande Martire († 303 Г.In Russia è venerato fin dall’XI secolo. Dal XII secolo, il grande martire San Giorgio è stato descritto come il campione del serpente e chiamato Vittorioso. I principi lo veneravano come patrono dei guerrieri, i contadini lo pregavano per il loro bestiame.San Giorgio, il Grande Martire, viene commemorato tre volte l’anno: il 16 novembre, il 9 dicembre e il 6 maggio. Il
      giorno della sua morte, il 6 maggio, è chiamato Giorno di Yuri e viene celebrato in modo particolarmente grandioso.

      Il Grande Martire Giorgio († 303 г.Al tempo di Diocleziano, quando i cristiani erano perseguitati, si dichiarò cristiano e fu sottoposto di sua spontanea volontà a orribili torture. 

      Dopo una successiva tortura, si udì una voce tonante dal cielo: “Non temere, Giorgio, io sono con te! E un angelo apparve davanti al martire per guarirlo. In quell’ora si avvicinarono al Vangelo i due pretori Anatolio e Protoleone e la regina Alessandra, moglie di Diocleziano (tutti e tre sono commemorati il 6 maggio). Il Santo fu nuovamente tormentato, ma non sentì alcun dolore e fu miracolosamente guarito da tutte le ferite. Inoltre, come prova della sua fede nella verità, risuscitò un morto preparato per la sepoltura. Dopo questo fatto, George fu imprigionato per molto tempo. Allora i cristiani cominciarono a corrompere le guardie e a raccontargli le loro necessità. Una volta arrivò un contadino pagano di nome Glicerio. Glicerio glorificò Cristo e morì martire.La meraviglia dell’allevamento del bestiame fu quindi alla base del culto di San Giorgio come patrono dell’allevamento.

      Una volta il Signore stesso apparve nella prigione davanti al martire, lo incoronò e gli annunciò la fine delle sue sofferenze terrene.
       Il giorno dopo, Giorgio fu decapitato.Ma i prodigi continuarono. Per dieci volte, venne in aiuto di chi aveva bisogno del suo aiuto. La liberazione della principessa libica Elisabetta dal drago divenne il suo più famoso prodigio postumo.

      Presso Beirut, un drago prese dimora nel lago, per avvelenare tutti gli esseri viventi con il suo alito fetido.


       Seguendo il consiglio degli idoli, gli abitanti di Beirut decisero di sacrificare i loro figli al mostro. Cadde alla principessa di essere la prima vittima.
       La principessa versò lacrime amare in previsione di una morte raccapricciante.Ma all’improvviso le apparve davanti un giovane lanciere su un destriero bianco, che le chiese perché fosse qui ad aspettare il destino. Allora il guerriero celeste incontrò il drago “nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo”, gli conficcò la lancia nella gola e lo calpestò con il suo destriero; ma non lo uccise.  Invece, disse alla principessa di legare il mostro e di portarlo in città, affinché gli abitanti potessero distruggerlo insieme.

      Fin dai tempi antichi, la Chiesa ortodossa ha interpretato il miracolo in modo simbolico. La narrazione ha un significato spirituale intrinseco. Il lago e il drago significano l’inferno e il diavolo, la principessa simboleggia l’anima umana e i cittadini rappresentano i miseri peccatori che la rovinano volontariamente. Così il santo chiede alla principessa: “Perché rimani qui e aspetti umilmente la punizione eterna e la morte? Lotta e confida in Dio!” Il santo ci sostiene nella lotta contro un peccato, ma non lo estirpa. Siamo noi stessi a dover vincere il peccato e a liberare la nostra anima da esso.”

       San Giorgio e il Drago:

      San Giorgio e il Drago:

      La famosa storia secondo cui San Giorgio avrebbe salvato una fanciulla uccidendo un drago ad Arsuf, Giaffa o Silene, in Libia, è improbabile che sia basata sui fatti..Anche ammettendo che il drago possa essere un coccodrillo, come sostengono oggi alcuni ortodossi ricordando le storie simili di Agapet, Arsace e San Teodoro di Eraclio Bizantino, la storia è quasi certamente un’allegoria della liberazione della Chiesa dalle persecuzioni e del trionfo dell’innocenza sul male, con la principessa vergine che rappresenta la Chiesa e, in un contesto più ampio, l’umanità sofferente, e il drago, Satana.Nella tradizione siriana in particolare, ma anche altrove (come nel famoso dipinto di Uccello sulla leggenda), San Giorgio è raffigurato con il volto di un bambino.Questa rappresentazione è tratta dall’Apocalisse di San Giovanni il Divino 12:6, che parla della nascita di un uomo-bambino che è sotto la speciale protezione di Dio e che avrà un ruolo importante nella conquista del male.Il drago come simbolo cristiano del male deriva da Apocalisse 12 9 : ” è stato scacciato il grande drago, il serpente di un tempo che ha sviato il mondo intero, il cui nome è Satana, o diavolo ” dal Salmo 90 :13 ” i piedi del drago calpesterai ”  Isaia 27:1, e il libro Daniele.San Giorgio è stato spesso confuso con la sua controparte celeste, San Michele, forse a causa del riferimento in Giuda 9 al conflitto tra San Michele e il diavolo per il corpo di Mosè.Il drago come simbolo cristiano del male deriva da Apocalisse 12 9 : ” è stato scacciato il grande drago, il serpente di un tempo che ha sviato il mondo intero, il cui nome è Satana, o diavolo ” dal Salmo 90 :13 ” i piedi del drago calpesterai ”  Isaia 27:1, e il libro Daniele.San Giorgio è stato spesso confuso con la sua controparte celeste, San Michele, forse a causa del riferimento in Giuda 9 al conflitto tra San Michele e il diavolo per il corpo di Mosè.Il drago come simbolo cristiano del male deriva da Apocalisse 12 9 : ” è stato scacciato il grande drago, il serpente di un tempo che ha sviato il mondo intero, il cui nome è Satana, o diavolo ” dal Salmo 90 :13 ” i piedi del drago calpesterai ”  Isaia 27:1, e il libro Daniele.San Giorgio è stato spesso confuso con la sua controparte celeste, San Michele, forse a causa del riferimento in Giuda 9 al conflitto tra San Michele e il diavolo per il corpo di Mosè.

      [Scheda prodotto personalizzata]

      • Ref : 702892995-ET
      • Subject :  Argento .nbsp;
        Argento
      • Sesso: Maschio 
      • Peter: Senza 
      • Larghezza: 15×15 mm.

      • Peso: 17.5 g

      • Colore: Argento
      • Dimensioni : . 55-73 mm
      • Consegna& Consegna .
        nbsp;Offrire  
      • Tempi di consegna : 2 settimane 

      .[/Scheda prodotto personalizzata]

      Guida alle taglie

      ring-size-guide

      Recensioni

      Ancora non ci sono recensioni.

      Recensisci per primo “Anello da uomo fatto a mano San Giorgio e il Drago”

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *